Overthinking

Sorseggiavo un tè, comodamente seduto sul terrazzo di casa.

Mentre osservavo un merlo cinguettare appollaiato su un'antenna, fui colto da uno dei miei tanti pensieri assurdi: "Caspita, sto osservando quel merlo come appariva 0,0000000000000001 secondi fa!".


Se ci pensiamo bene, ciò che vediamo continuamente è già passato! Fisicamente non ha più importanza, anche se noi attribuiamo a tutto ciò un'importanza incredibile.


Pensare: un'attività che sappiamo fare benissimo.


Ci viene benissimo! Chiudiamo gli occhi e pensiamo, camminiamo per strada e pensiamo, leggiamo un libro e pensiamo. Siamo dei campioni!

A volte però esageriamo, perchè tendiamo ad andare oltre, aggiungendo anche dell'immaginazione a tutto ciò a cui pensiamo. Questo Covid poi non ci ha per nulla aiutato, aggiungendo al calderone fumante del nostro cervello nozioni, complotti, incertezze e chi più ne ha più ne metta.




Non viviamo affatto nel presente ma possiamo sempre imparare a farlo!

In fondo ci meritiamo un po' di leggerezza, vero?

Allora pensiamo all'unica cosa che ci dona la consapevolezza del presente: i nostri sensi!

Ne abbiamo ben cinque, sfruttiamoli!


Ora vado a bermi un altro tè, ne annuserò i profumi e lo assaporerò tenendo tra le mani una bella tazza colorata ed ascoltando il cinguettio dei merli.


Ciao ciao...




9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

...e buio fu.