...e buio fu.

Più di tredici miliardi di anni fa, in un punto sconosciuto dello spazio, quando nemmeno il tempo esistiva, nacque il BUIO. In un'espansione quasi istantanea si creò questa entità impalpabile, che oggi permea l'intero Universo e ogni nostra singola cellula.

Essa ci accompagna, fin dal primo momento in cui veniamo messi al mondo e, crescendo, abbiamo imparato che il BUIO è salvezza quando viviamo nel tunnel, aiuta a distrarci quando abbiamo un sogno che vorremmo realizzare, ci fa concepire come irraggiungibili tanti obiettivi.

“Il BUIO è comfort”.

“Il BUIO è la condizione in cui si sta bene”.

“Il BUIO è rassegnazione”.

“Il BUIO è la norma”.

Cosa ne pensi di queste affermazioni?

Beh, ti confesso che io, inconsciamente, credevo alle frasi che ho scritto qui sopra. Poi però qualcosa mi suggerì che non era il sistema in cui meritavo di vivere, e mi spinse a pormi delle domande, proprio come fa un bimbo che sta iniziando ad esplorare il mondo:

“Perchè non sono soddisfatto?”

“Perchè non sorrido?”

“Perchè non sto facendo nulla per migliorarmi?”

Iniziai così ad osservare, semplicemente, e notai che, fin da subito, il BUIO si allontanava, sempre più velocemente, rivelando tutto ciò che mi bloccava.

Scoperta delle scoperte!

“Il BUIO non è comfort!” fu la prima cosa che esclamai, perchè la LUCE che si espandeva mi permetteva di vedere tutte le cose che mi impedivano di essere felice. Stupito ed incuriosito continuai ad osservare, cercando di evitare il giudizio e la critica (brutte bestie, quelle).

“Il BUIO non è affatto la condizione in cui si sta bene”. Sì, quello lo capii conseguentemente, e nello stesso istante si concretizzò una consapevolezza che mi permise di muovermi all'interno del guscio nel quale giacevo, e mi indusse a romperlo.

“Il BUIO non è rassegnazione”, ma un'abitudine e, proprio come una qualsivoglia abitudine, capii che lo potevo demolire e rimpiazzare con un'altra abitudine nuova di zecca, che mi poteva arricchire.

Appresi che “Il BUIO non è la norma”, solo se si crede veramente in un cambiamento. Avere una Fede porta lontano, sempre. Avere Fede nell'evoluzione personale apre la strada verso la felicità e la LUCE.

Ecco che si aprì un nuovo mondo, tutto da scoprire e colmo di opportunità, dove il protagonista ero io e in cui potevo scrivere il copione della mia vita partendo da uno stupendo foglio bianco!

Immagina di avere un secchio, svuotato di tutta l'immondizia e di riempirlo con tutte le cose che hai sempre desiderato. Si può fare!

Le cose arrivano di conseguenza, una dopo l'altra, a ricostruire un puzzle che credevi perso in soffitta, e pian piano vedrai la tua felicità, riassemblata di tutto punto!

Credimi che, una volta abbandonato il BUIO, scoprirai che esiste anche la LUCE, e non avrai più intenzione di ritornarci.

"E se il buio tornasse?"


Buona domanda!


Beh, rientraci, ma per fargli capire che sei tu che comandi ora.




BONUS!

A te, affezionato lettore, offro la mia ricetta segretissima, della felicità!

  • Spirito d'osservazione

  • Voglia di cambiare

  • Fede

Il resto verrà da se, garantito.